Tutto quello che c’è da sapere prima di comprare e consumare una mozzarella di bufala campana Dop. Il  Consorzio di Tutela ha realizzato un nuovo vademecum con le regole da seguire. Il decalogo è stato rilanciato dal portale DISSAPORE in un accurato servizio in cui si spiega passo dopo passo come riconoscere l’autentica bufala campana a marchio Dop e, una volta a casa, come consumarla per esaltarne le caratteristiche. Un’appendice è dedicata alle caratteristiche nutrizionali del prodotto.

Ecco le 5 mosse per gustarla al meglio

1. La mozzarella di bufala deve sempre essere immersa nel suo liquido di governo, fino al momento del consumo. Se non prevedete di consumarla per intero, conservate il liquido di governo per poterla riporre correttamente.

 

2. Al momento del consumo, la mozzarella deve avere una temperatura di circa 18-20°C. Di conseguenza, se la acquistate al banco frigo o la conservate nel frigorifero, a una temperatura cioè di circa 4°C, levatela dal frigo una mezz’oretta prima del consumo, per darle modo di raggiungere la temperatura ottimale. Avete fretta o semplicemente non avete voglia di aspettare? Immergete la mozzarella in acqua tiepida, a 35-40° C, per una decina di minuti.

 

3. Se comprate la mozzarella fuori dal banco frigo, conservatela così insieme alla sua confezione:

— in acqua fresca a 15° C d’estate;

— in acqua tiepida a 18-20° C d’inverno.

 

4. La mozzarella di bufala andrebbe consumata fresca, per assaporare al massimo il suo sapore di latte fresco. Tuttavia, si può mangiare anche dopo tre o quattro giorni, riponendola in frigo con tutto il suo liquido di governo.

 

 

5. Se utilizzate la mozzarella come ingrediente per la preparazione di altri piatti, scolatela dal liquido di governo e lasciatela in frigo come minimo mezz’ora per eliminare l’acqua in eccesso e per farle guadagnare la giusta consistenza.

L’ARTICOLO COMPLETO SU DISSAPORE