Buona sì, ma anche bella. Tanto da essere la star per un giorno della Design Week di Stoccolma.

La mozzarella di bufala campana DOP approda oggi, venerdì 7 febbraio 2020, all’Istituto italiano di Stoccolma «Carlo Maurilio Lerici», lo spazio firmato da Gio Ponti (in collaborazione con Pier Luigi Nervi e Ferruccio Rossetti) e inaugurato nel 1958 alla presenza del re di Svezia Gustavo VI Adolfo.

La presenza dell’eccellenza campana è inquadrata in una più ampia serie di eventi organizzati per mettere in luce alcune delle più interessanti identità italiane contemporanee. L’evento centrale sarà la mostra dedicata a Vico Magistretti, figura di spicco tra i maestri del design italiano. Con il suo stile, Magistretti ha inaugurato una nuova stagione del design internazionale, trovando molti estimatori nel mondo scandinavo.

E sarà proprio la «casa del design italiano» in terra svedese ad ospitare il progetto Nunziatella, l’originale contenitore per conservare e servire la mozzarella nato dalla collaborazione tra il Consorzio della mozzarella di bufala campana DOP e Alessi.

Il progetto di design è stato affidato a Emma Silvestris, designer di origini salernitane che ha preso ispirazione dalla goccia, simbolo di fecondità e abbondanza. Il contenitore è studiato per accogliere una mozzarella nella misura classica da 500 grammi, o pezzature di peso inferiore, con il rispettivo liquido di governo che per una corretta conservazione deve necessariamente essere pari al volume dell’alimento contenuto.

Non poteva mancare, poi, una degustazione di mozzarella di bufala campana DOP.

Perché, oltre agli occhi, anche il gusto vuole la sua parte.