La trasparenza e la chiarezza delle informazioni sono due valori imprescindibili per il Consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana DOP. Soprattutto a tavola.

Per questo, nel dibattito di attualità sull’adozione di sistemi di etichette alimentari, nelle polemiche tra nutriscore (la cosiddetta «etichetta a semaforo») ed etichetta a batteria, la priorità deve essere il riconoscimento di tutte le caratteristiche nutrizionali di un prodotto, valorizzando le eccellenze.

Ma cosa mangiamo quando portiamo a tavola una mozzarella di bufala campana DOP?

Facilmente digeribile, con un ridotto contenuto in zuccheri, colesterolo e lattosio, la mozzarella di bufala campana DOP è anche un’ottima fonte di proteine ad elevato valore biologico. Cento grammi di mozzarella di bufala campana DOP forniscono il 24% del bisogno proteico giornaliero di un adulto di sesso maschile. Mangiare mozzarella di bufala campana DOP significa fornire energia per la crescita degli organismi giovani e anche per il recupero degli sportivi.

Ecco perché piace tanto ai calciatori e ai campioni di altri sport!

E la mozzarella di bufala DOP con le sue 280 kcal per 100 grammi di prodotto, è molto più light di altri derivati dal latte. Contiene soprattutto acidi grassi insaturi e acidi grassi a corta catena, facilmente trasportati nel sangue piuttosto che conservati nei depositi adiposi; il colesterolo non supera i 50/60 mg., inferiore a carne e uova e molto sotto il limite massimo dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, pari a 300 mg/giorno.

Altro fattore fondamentale è lo scarso contenuto di lattosio nella mozzarella di bufala campana DOP. Non tutti sanno che la mozzarella di bufala campana DOP, grazie al particolare processo di produzione codificato dal disciplinare, è un formaggio fresco con scarso contenuto di lattosio, di solito non superiore a 0.4 grammi per 100 grammi di prodotto finito. Questo permette alla mozzarella di bufala campana DOP di essere un alimento naturalmente adatto all’alimentazione anche di persone con ridotta capacità di digerire il lattosio.

Per non parlare delle vitamine e dei minerali contenuti in un etto di mozzarella di bufala campana DOP: la composizione della regina della tavola, infatti, è molto simile (come apporto di micronutrienti) ai tanti integratori pubblicizzati per combattere stress e fatica o per prevenire l’osteoporosi.

Sono tutte queste caratteristiche che ne fanno un alimento unico, al di là di ogni tendenza in atto alla banalizzazione dell’eccellenza.